AGGIORNAMENTO DIGITAL HUB ZUCCHETTI E MAGO.NET/MAGO4


Sono imminenti alcuni importanti aggiornamenti al gestionale Mago:

Fattura Elettronica - Nuovo tracciato XML

Dal 1° gennaio 2021 diventeranno obbligatorie le nuove specifiche tecniche. Si tratta di nuovi schemi e di nuovi controlli, per rendere più puntuali le codifiche “Tipo Documento” e “Natura”. È necessario procedere con l'aggiornamento di Mago.Net e Mago4 all'ultima release disponibile.

Zucchetti Digital Hub

Il giorno 30 Novembre, 2020 è stato programmato l’aggiornamento dei protocolli di trasmissione, per mandare in dismissione i protocolli TLS 1.0 ed 1.1. Verranno supportati solamente i protocolli di versione 1.2 e successiva, migliorati dal punto di vista della sicurezza. In conseguenza di questo, i prodotti Mago.net e Mago4 sono stati aggiornati con le recenti pubblicazioni di release e pacchetti per gestire correttamente tale cambiamento nelle comunicazioni con DigitalHub (indispensabili per la Fatturazione Elettronica). È necessario però verificare che anche i Sistemi Operativi in cui il programma è installato vengano aggiornati. In particolare tali aggiornamenti sono disponibili per tutti i S.O. a partire da Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1.

I SISTEMI PIÙ VECCHI NON SUPPORTANO IL TLS 1.2

I prerequisiti minimi di Mago4 consentono già di supportare il TLS 1.2, installando sul proprio S.O. tutti gli ultimi aggiornamenti disponibili. Potrebbero invece sussistere ancora delle installazioni di Mago.net su S.O. più vecchi (Window Vista, Windows Server 2003, Windows XP) per cui TLS 1.2 non è compatibile. È quindi indispensabile verificare che le installazioni di Mago, perlomeno nella componente server, soddisfino i requisiti minimi di cui sopra.

IN MANCANZA DI QUESTO L’INVIO DELLE FATTURE ELETTRONICHE SMETTERÀ DI FUNZIONARE

Ma non disperarti se non sai come fare perché ci pensiamo noi, e facciamo tutto in remoto!





IL SETTORE IT TRAINA LE ASSUNZIONI NEL PERIODO COVID-19

E’ probabilmente una delle funzioni che offre maggiori opportunità di occupazione perché, soprattutto in un momento come quello attuale che richiede distanziamento sociale, le aziende non possono fare a meno di avere una infrastruttura IT e una presenza sul web. E per farlo hanno bisogno di professionisti qualificati e preparati.

Le richieste di professionisti in ambito IT sono aumentate, in queste ultime settimane di emergenza Coronavirus, del 15% e noi come azienda di fornitura e sviluppo software per altre imprese non siamo da meno. Si tratta di un settore chiave, indispensabile e strategico per ogni società, di qualunque tipologia e dimensione. Ed è per questo che le aziende come la nostra cercano di non perdere i talenti migliori e di acquisirne sempre di nuovi.

Anche in un momento complicato, dal punto di vista sanitario ed economico, come quello attuale le aziende hanno compreso l’importanza di avere infrastrutture tecnologiche adeguate, dal punto di vista della sicurezza e dell’automatizzazione. Aspetti che spesso si tende a sottovalutare ma che, in realtà, sono cruciali per garantire la continuità del business, a maggior ragione adesso che molti dipendenti lavorano da remoto.


PIANO INDUSTRIA 4.0 AGEVOLAZIONI, BANDI E FINANZIAMENTI SULLA DIGITALIZZAZIONE:

un’opportunità di business da cogliere con il supporto di CRS LAGHI

Il ministero dello Sviluppo Economico, all’interno della Legge di stabilità 2020, ha prorogato il piano nazionale Industria 4.0 (o Impresa 4.0), un vasto progetto che mira a sostenere le aziende italiane nel processo di digitalizzazione dei sistemi produttivi, affinché attivino investimenti per l’innovazione e la competitività. Questo piano, sicuramente destinato a ulteriori proroghe e sviluppi anche negli anni a venire, a partire dalla prossima legge di bilancio, presenta diverse tipologie di agevolazioni fiscali che le aziende possono sfruttare in ambito software, hardware e servizi e per questo rappresenta una notevole opportunità di business anche per lei, da sfruttare quanto prima. AGEVOLAZIONI Le agevolazioni che il piano prevede si possono sintetizzare nelle seguenti categorie:

• acquisto beni strumentali per aziende che investono in macchinari o in software e servizi cloud: 40% beni materiali, 15% beni immateriali bene o servizio acquisito. (agevolazione rateizzata in tre anni) (agevolazione non retroattiva)

• formazione 4.0: per Aziende che effettuano programmi di formazione con almeno 10k di investimento nel 2020, 50%/40%/30% personale in formazione (agevolazione non rateizzata, un anno solo) (agevolazione non retroattiva)

• ricerca, innovazione e design: per Aziende che investono in Ricerca, Innovazione e Design con almeno 60/80k di investimento nel 2020, 12% NORD - 45%/35%/25% CENTRO SUD Innovazione digitale 4.0 e transizione ecologica: 10% Design: 6% personale, quote amm, consulenze esterne, università e enti di ricerca materiale, forniture (agevolazione rateizzata in tre anni) (agevolazione retroattiva, 6 anni)

• patent box diretto per Aziende con almeno 400k utili e con almeno 100k tasse: 50% IRPEF/IRES/IRAP delta ROS (agevolazione rateizzata in tre anni) (agevolazione non retroattiva)

• Patent box indiretto per Aziende con almeno 250k volume annuale di canoni e licenze, già dedotti i costi diretti/indiretti: 50% IRPEF/IRES/IRAP delta ROS (agevolazione rateizzata in tre anni) (agevolazione non retroattiva)

Oltre al piano nazionale, esistono anche diversi bandi locali che rappresentano un’ottima occasione di risparmio per le aziende. Si tratta indubbiamente di agevolazioni, normative e bandi che non sempre risultano di facile interpretazione.

A proposito di Industria 4.0, il Ministero per lo Sviluppo Economico, ha emesso, con decreto dello scorso giugno, un bando finalizzato a sostenere la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi delle micro, piccole e medie imprese attraverso la realizzazione di progetti diretti all'implementazione delle tecnologie abilitanti individuate nel Piano Nazionale Impresa 4.0 nonché di altre tecnologie relative a soluzioni tecnologiche digitali di filiera



USCITA SOFTWARE VERTICALI INTEGRATI CON IL TUO ERP AZIENDALE


W.app, EasyTime e EasyInd Soluzioni per la tua azienda integrata con i più comuni ERP aziendali, PERSONALIZZABILI ad-hoc sul cliente

W.app

È una soluzione WMS (Warehouse Management System) per la gestione del magazzino, comprensiva di tutte le procedure di gestione comuni e non, nativamente integrata con i terminali mobile Android e con il gestionale Mago.Net/Mago4 e integrabile con i più comuni ERP.
Permette di controllare e movimentare la merce in entrata e uscita, di eseguire l'inventario normale o a campione, di gestire le ubicazioni, di eseguire movimentazioni interne e di supportare la produzione.

EasyTime

È la soluzione MES (Manufacturing Execution System) specifico per coordinare le operazioni e raccogliere in tempo reale i tempi di produzione direttamente dai reparti produttivi.
Easy Time dialoga con il personale di produzione mediante un’interfaccia semplice, intuitiva, grazie alla quale vengono fornite indicazioni su cosa produrre, in quale quantità, quando produrre, in quale sequenza e tutte le informazioni utili per poter svolgere e completare le attività
L’interfaccia è di tipo touch per poter interagire con gli addetti in modo veloce e guidato, il design è studiato per semplificare le operazioni di inizio attività, sospensione, fine attività. Il tempo trascorso tra una dichiarazione e l’altra viene calcolato in automatico cosicché i consuntivi di produzione possano essere veritieri e di immediata consultazione.

EasyInd 4.0

Soluzione extended MES (Manufacturing Execution System) grazie alla quale avviene il dispatching delle informazioni per coordinare il personale di fabbrica e raccoglierne i dati in tempo reale direttamente dai reparti produttivi e dalle macchine interconnesse, aderendo in questo modo al paradigma Industry 4.0

La suite è composta da vari moduli integrati fra loro; grazie all’ampia configurabilità offerta dall’architettura dell’applicativo, sarà possibile adattare la soluzione ai processi operativi, in modo che le procedure aderiscano alle attività svolte dal personale e dai macchinari.
Per ulteriori informazioni sui software, puoi andare sul nostro sito nella sezione “per il tuo settore”




E’ Termine supporto Windows 7 e Office 2010


Windows 7

Microsoft si è impegnata a fornire 10 anni di supporto tecnico per Windows 7 quando è stato rilasciato il 22 ottobre 2009. Questo periodo di 10 anni è ormai terminato e Microsoft ha interrotto il supporto di Windows 7 in modo da potersi concentrare sul supporto di tecnologie più recenti e di nuove esperienze. La data precisa della fine del supporto per Windows 7 è stata il
14 gennaio 2020. L'assistenza tecnica e gli aggiornamenti software di Windows Update, che ti permettono di proteggere il PC, non sono più disponibili per il prodotto. Microsoft consiglia vivamente di passare a Windows 10 per evitare che, in caso di bisogno, l'assistenza o il supporto non sia più disponibile.

Office 2010

Il supporto per Office 2010 è terminato il
13 ottobre 2020 e non ci saranno estensioni e aggiornamenti di sicurezza estesi. Tutte le app di Office 2010 continueranno a funzionare. Tuttavia, ci si potrebbe esporre a rischi per la sicurezza gravi e potenzialmente dannosi.

È consigliabile eseguire l'aggiornamento di Office. Le opzioni di aggiornamento variano a seconda che si usi Office 2010 a casa o che la versione di Office 2010 sia gestita dal reparto IT aziendale o scolastico.

Per i professionisti IT e gli amministratori di Microsoft 365:

Per gli amministratori che eseguono ancora Office 2010 nell'organizzazione, è consigliabile aggiornare gli utenti alla versione più recente di Office il più presto possibile. Per altre informazioni, vedere la procedura seguente.




Per aziende con sistemi ERP come Mago


Anche i gestori ERP Mago4 e Mago.net subiscono delle conseguenze del termine di supporto di Windows 7, infatti con l’aggiornamento del TLS alla versione 1.2 non verranno più supportati i sistemi da Windows 7 in giù poiché non considerati più sicuri senza il supporto di Microsoft. Sarà necessario effettuare l’aggiornamento della macchina entro il 30 novembre per poter supportare la nuova versione del gestore e poter continuare ad usare la fatturazione elettronica.






Privacy